Mitilugghia

Mitilugghia

Scopri questa ricetta realizzata durante una puntata di Giusina in Cucina - La Sicilia a Tavola: ecco ingredienti e procedimento.

  • Porzioni4
  • DifficoltàBassa
500 g di semola di grano duro
20 ml di olio extravergine d’oliva
10 gr di lievito di birra
10 gr di zucchero
300 ml di acqua
Rosmarino
Olio di semi
Sale

La Mitilugghia è un antipasto tipico siciliano, in particolare del paesino di Acate in provincia di Ragusa dove ogni anno si svolge una sagra dedicata proprio a questo lievitato, nel segno del folklore e della tradizione. Questa pizza fritta della gastronomia ragusana (i molti usano il termine “vastedda” e mitilugghia in modo intercambiabile), che può essere sia dolce (condita con lo zucchero) che salata (con sale e rosmarino), in passato veniva fatta dalle nonne per tenere buoni i bambini mentre il forno raggiungeva la temperatura desiderata: venivano infatti prelevati dei pezzettini d’impasto per il pane, se ne ricavavano dei piccoli dischi, e si mettevano a friggere in una padella con dell’olio extravergine d’oliva. La mitilugghia insomma è un po’ il nostro gnocco fritto.

MITILUGGHIA: GUARDA QUI SOTTO IL VIDEO DELLA RICETTA 

Ho versato in planetaria l’acqua, il lievito, la farina, l’olio, il sale. Dopo aver lavorato l’impasto sul piano, l’ho messo a riposare fino a raddoppio. Una volta pronto ho ricavato delle porzioni con le quali ho fatto dei dischi che ho fritto in olio bollente. Ho servito le mitilugghie con del sale e dell’origano, altre con lo zucchero semolato

Giusina in Cucina - La Sicilia a Tavola: guarda tutte le puntate

I più visti su Food Network Discovery+